Vittorio Veneto -no background_symbol-R.png
Thomas pic.jpg

Foto © Ismael Lorenzo 

Thomas Demenga

VIOLONCELLO

Nato a Berna, il violoncellista Thomas Demenga ha studiato con Walter Grimmer, Antonio Janigro, Leonard Rose e Mstislav Rostropovich, tra gli altri. Ha ricevuto importanti insegnamenti per la musica da camera da Claus Adam, Felix Galimir e Robert Mann alla Juilliard School di New York.

In qualità di solista, compositore e insegnante di fama internazionale, è uno dei violoncellisti e personalità musicali eccezionali del nostro tempo. Come camerista e solista, si esibisce in molti importanti festival e centri musicali di tutto il mondo e si esibisce in numerosi concerti con colleghi musicisti come Heinz Holliger, Gidon Kremer, Thomas Larcher, Paul Meyer, Aurèle Nicolet, Hansheinz Schneeberger, Thomas Zehetmair e Tabea Zimmermann. 

Thomas Demenga ha lavorato con direttori come Moshe Atzmon, Myung Whun Chung, Charles Dutoit, Claus Peter Flor, Howard Griffiths, Heinz Holliger, Armin Jordan, Okko Kamu, Mstislav Rostropovich, Dennis Russell Davis, Wolfgang Sawallisch, Sándor Végh, Mario Venzago e Hiroshi Wakasugi insieme.

È stato ingaggiato come solista dalle seguenti orchestre, tra le altre: Berlin Symphony Orchestra, Bern Symphony Orchestra, Boston Symphony Orchestra, Camerata Bern, Junge Deutsche Philharmonie, Basel Chamber Orchestra, L'Orchestre de Chambre de Lausanne, L'Orchestre de la Suisse Romande, Nieuw Ensemble Amsterdam, ORF Vienna Symphony Orchestra, Basel Symphony Orchestra, Sinfonietta Basel, Zurich Tonhalle Orchestra, West German Radio Symphony Orchestra e Zurich Chamber Orchestra.

L'opera artistica di Thomas Demenga è caratterizzata dall'intenso esame e scambio di interpretazioni e creazioni nelle varie epoche stilistiche. Si dedica particolarmente intensamente alla nuova musica e si occupa anche di improvvisazione. Il suo stesso linguaggio musicale come compositore e interprete di opere del 20° e 21° secolo (comprese le famose anteprime mondiali) crea una dimensione nuova e complementare alla pratica esecutiva storica della musica barocca e alle sue interpretazioni virtuose del repertorio classico e romantico.

Nel 1991 è stato il primo svizzero a ricevere il primo premio al congresso della "Tribune Internationale des Compositeurs" di Parigi per il suo lavoro "solo per due".

 

Dal 1980 Thomas Demenga insegna un corso di formazione e di solista all'Accademia di musica di Basilea.

Nell'agosto 2000 è "compositore in residenza" al Festival di Davos "giovani artisti in concerto" e gli viene poi affidata la direzione artistica di questo festival, che tiene fino al 2006. 

Dal 2011 Thomas Demenga sarà il direttore artistico della Camerata Zürich.

Al Festival di Lucerna nell'estate del 2003, Thomas Demenga ha partecipato come "artiste étoile" ed è quindi nella cerchia esclusiva di noti solisti come Sabine Meyer (2000), Anne-Sophie Mutter (2001), Alfred Brendel (2002 ), Thomas Quasthoff (2004), Christian Tetzlaff (2005) e Emanuel Pahud (2006).

Un'ampia serie di registrazioni su CD, pubblicate da ECM New Series, documenta in modo impressionante il suo lavoro artistico. Nel 2002 è stato pubblicato il CD della sua registrazione delle suite soliste di Bach in combinazione con compositori moderni come Holliger, Carter, Veress, Zimmermann, Yun e Hosokawa. Il CD "Lauds and Lamentations" uscito nel 2003 così come i CD "Chonguri" usciti nel 2006 e il "canto di speranza" di Bernd Alois Zimmermann nel 2008 sono stati nominati "Star of the Month" dal Fono Forum, il più importante centro di lingua tedesca rivista di musica classica, per il miglior CD di musica classica eccellente.

Nel 2006 Thomas Demenga si è esibito al Festival di Meiringen, alla Settimana della cultura e della musica nella valle della Calanca, al Festival Demenga di Hirzenberg, ai Master Concerts a Boswil e al Festival del violoncello Liestal. In autunno è stato ospite solista dell'Australian Chamber Orchestra in un lungo tour in Australia.

Per la stagione 2007/08, Thomas Demenga è stato ingaggiato come Compositore in Residence dell'Orchestre de Chambre de Lausanne. Oltre alla commissione per la composizione di un doppio concerto per 2 violoncelli e orchestra, sono state eseguite altre opere di Thomas Demenga. Da tempo, inoltre, si esibisce in vari concerti di musica da camera con il noto mago Alex Porter.

Per il Gran Premio Emanuel Feuermann 2010 a Berlino, Thomas Demenga ha composto il pezzo obbligatorio «EFEU», che è stato accolto molto bene da tutte le parti coinvolte.

Nella stagione 2012/13 ha eseguito con successo tutte le suite soliste di Bach combinate con brani solisti moderni alla Wigmore Hall di Londra. Un programma selezionato con le sonate soliste di Bach e Bernd Alois Zimmermann anche con Thomas Zehetmair al Festival di Salisburgo nell'estate 2012.